Cosa pensate quando sentite la parola Siberia?
In pochi immaginano pascoli verdi, foreste e una ricca fauna selvatica.

La maggior parte della gente pensa agli inverni con temperature gelide e un paesaggio aspro e innevato. Le temperature scendono spesso da -40 a -50 gradi in inverno.

Tutte le persone sensate sanno che non si può lasciare un bambino fuori a tali temperature, ma questo è esattamente quello che è successo in questa incredibile storia che si è svolta nella regione di Altai, in Russia.

Una madre abbandonò il figlio di due anni sotto il portico quando la temperatura era scesa a -20 gradi.

Le probabilità di sopravvivenza del bambino erano vicine allo zero – ma poi arrivò un eroe inaspettato e si comportò come un angelo custode.

Il cane, che viveva nella casetta vicino al posto dove era stato abbandonato il bambino, lo vide e capì subito che era in serio pericolo sotto il portico.

L’animale si sedette sul bambino e la sua pelliccia e il calore del suo corpo, mantennero il corpicino caldo e vivo per due giorni.

Tanti ne furono necessari prima che dei vicini si rendessero conto che il cane era rannicchiato sotto il portico e decisero di andare a vedere cosa stesse succedendo. Quando videro il bambino sotto la pelliccia del cane, capirono quanto fosse seria la situazione.

Nonostante la protezione e gli sforzi eroici del cane, il bambino era in ipotermia acuta e stava molto male.

Miracolosamente è sopravvissuto, racconta il The Siberian Times , grazie anche all’ottima assistenza ospedaliera ricevuta.

Gli abitanti di Loktevsky descrivono il cane come un “eroe” e un “salvatore”.

La madre del minore sarà perseguita penalmente, potrebbe trascorrere del tempo in prigione e perdere i diritti dei genitori.
Il Siberian Times scrive che è tornata 4 giorni dopo il ritrovamento del bambino.

Senza l’atto eroico del cane, la storia avrebbe avuto una fine completamente diversa. Ma come molti cani prima di lui, ha dimostrato la lealtà della sua razza.

Questa non è la prima volta che un cane ha salvato un bambino in Siberia. Tre anni fa, Karina Chikitova, una bambina di 3 anni, scomparve con il suo cane nel villaggio di Sacha in Russia.

L’area in cui è scomparsa, è piena di lupi e orsi, riferisce il The Siberian.

Scomparve per 9 giorni e sopravvisse mangiando bacche e dormendo nell’erba. Fu trovata grazie al suo cane che andò a cercare aiuto in un villaggio vicino.

Il cane intelligente guidò i soccorritori verso la bambina. Il sollievo dei genitori fu indescrivibile.

A parte qualche morso di zanzara, la bambina era sana e salva.

Il cane l’aveva protetta durante le notti e la tenne al sicuro fino all’arrivo dei soccorritori.

I due bambini sono ora in buona salute grazie ai loro cani che sono anche i loro migliori amici.

Conoscete anche voi qualche storia su questi eroi a quattro zampe?
Scrivetele, ci farà molto piacere leggerle!
E non dimenticate di condividere
questa bella storia a lieto fine con i vostri amici, in modo che tutti comprendano la straordinarietà di questi animali.

SHARE