Ogni coppia attraversa momenti di felice attesa quando scopre che è in arrivo un bebè. Ovviamente alle emozioni si aggiunge la preoccupazione che tutto vada per il meglio, che il nascituro stia bene.

Sensazioni, pensieri, vissuti anche da Sara e Chris, quando apprendono che dopo 9 mesi nascerà il loro primogenito. Pensano ai nomi, immaginano il colore dei capelli, come diventerà da grande.

Dopo 24 settimane invece, durante un controllo, la notizia choc: il feto evidenzia un problema serio.

L’ecografia evidenza che Brody, il nome del futuro figlio, ha la sindrome da labbro leporino, in forma grave.

Il labbro leporino è un piccolo buco sul labbro, le cui cause non sono ancora del tutto chiare, ma nel caso di Brody, la malformazione si presenta molto estesa, dal labbro sino al naso.

I medici parlano di pochi casi presenti e conosciuti con questo problema, e chiedono alla coppia se intende proseguire nella gravidanza.

Come riporta Omaha News, nel servizio dedicato, la loro risposta è senza alcun dubbio positiva: vogliono tenere il bimbo.

Sara dice che al dispiacere patito al momento della notizia, si è subito sostituita la convinzione di voler essere comunque orgogliosi del proprio figlio.

“Un pensiero – dice la donna – che ci ha uniti, è stato quello di voler diffondere consapevolezza riguardo questo problema, fare in modo che altre persone, magari nella stessa situazione, possano unirsi a noi.”

Come riportato anche da Today, l’intenzione della coppia, era quella di preservare la vita di Brody, facendo in modo che, una volta nato, non fosse visto come un bambino ” sbagliato”, ma come un essere umano.

Ogni anno, secondo dati diffusi dal dipartimento di sanità, nascono negli Stati Uniti, circa 2600 bambini affetti da questa sindrome.

Come detto in precedenza non si conoscono cause precise che determinano tale problema. Sicuramente trattasi di fattori genetici, che possono interessare anche la zona del palato e compromettere ancora di più la normale crescita.

Per arginare il problema sono necessari diversi interventi, anche costosi, sotto il profilo economico.

La determinazione della coppia è inossidabile, anche quando Sara riceve commenti poco piacevoli, o addirittura imbarazzanti.

“La nostra intenzione – prosegue Sara – è sempre stata quella di tentare di educare le persone verso questo problema, non quella di dover giustificare o nascondere il nostro Brody.”

Poi, una sera, una sorpresa: Sara e Chris sono al ristorante ed a fine cena un cameriere le consegna un tovagliolo. Nascosto, un assegno di 1000 dollari, con la dedica: ” per il vostro bellissimo bambino”.

Grazie a quella somma Brody è potuto essere operato e il problema praticamente risolto in buona parte.

Quando avrà passato l’anno di età, dovrà sostenere un’altra operazione, ma come assicurano i medici, avrà una vita normale.

Interventi dicevamo molto costosi, e questo aiuto è stato fondamentale.
(Foto)

Storie come queste scaldano veramente il cuore. Sconosciuti che donano, senza alcuna richiesta, per aiutare.

La determinazione di Sara e Chris è stata ripagata.
Quella di amare la vita di Brody, con la convinzione che possa avere, come avrà, una vita normale.
(Foto)

Condividete questa bella storia!

SHARE