Con i suoi bizzarri colpi di scena, la storia di Richard Landers è diversa da tante altre vite.
Nel luglio del 1994, Richard era un ragazzo che viveva con i nonni paterni, in Indiana, fin dalla nascita.

Per tutti una bella famiglia normale, ma il problema stava nascendo sotto sotto. I nonni di Richard vennero infatti coinvolti in un esposto riguardo la custodia del nipote proprio dai genitori e così lasciarono la loro casa e l’Indiana.

I nonni andarono a vivere a diverse centinaia di km di distanza, ed il piccolo Richard aveva solo 5 anni quando scomparvero, praticamente.

Nel 2008 la polizia, non riuscendo a localizzarlo, chiuse le ricerche e Richard risultò formalmente scomparso!

Ma 19 anni dopo il patrigno, consegnando la tessera della previdenza ad un detective privato, ha contribuito a riaprire in qualche modo il caso.

La tessera era infatti la stessa di un adulto con la stessa data di nascita e la stessa numerazione.

Il nome dell’uomo era diverso, ma gli investigatori notarono una sorprendente somiglianza tra l’uomo nella foto e il ragazzo scomparso nel 1994. Il caso di Richard venne finalmente riaperto.

Nel 2013, le Autorità, che avevano passato quasi due decenni a cercare di risolvere il mistero , si presentarono alla porta di un uomo sposato la cui moglie era incinta. La coppia era a Long Prairie, nel Minnesota.

Trovarono anche i nonni di Richard, che ancora usavano pseudonimi per nascondere le loro vere identità. Ma l’uomo dall’altra parte della porta era davvero Richard?

E se sì, come avrebbe reagito dopo 19 anni, e cosa avrebbe dovuto rivelare sui suoi nonni?

Guardate il video per ulteriori dettagli!

Storia incredibile, soprattutto per il tempo trascorso prima che Richard venisse identificato.
Condividete!

SHARE