Si dice che l’amore attraversi diversi stadi.
Non è sempre roseo, anzi, raggiunge poi un punto in cui uno dei due partner non riesce a dare più, forse a causa della monotonia, della mancanza di interesse o di un insieme di questi fattori.
Si rischia quindi di cadere nella routine, che finisce per allontanare definitivamente la coppia. E anche se una delle parti lotta per mantenere a galla la relazione, finisce per non funzionare comunque, lasciando una sensazione di vuoto.

Dopo questa fase di ” lotta” si arriva ad un punto di stallo definitivo e le espressioni tipiche, arrivati a questo punto, sono: ” non eravamo fatti l’uno per l’altra” .

La verità è che non esiste la relazione perfetta: semplicemente le cose accadono, qualcosa va storto, e tutto finisce.
Lo psicologo Jed Diamond spiega questo fenomeno nel modo seguente: “Le persone conoscono la nostra metà migliore; e anche se esistono relazioni perfette, poche sono le persone capaci di affrontare questi 5 stadi di un rapporto ».

Volete sapere quali sono ? Continuate a leggere!

1- Innamoramento 

È considerato il miglior momento del rapporto, perché in esso siamo tutti estremamente felici. Un mix di sensazioni ed ormoni che rendono tutto perfetto. È tanta la gioia che sentiamo, che finiamo per creare l’illusione di una vita perfetta con l’altra persona, idealizziamo mille cose, facciamo progetti per il futuro e pensiamo che questo momento sia la regola definitiva.

2- La relazione 

È la conseguenza diretta della fase precedente.
Spesso si inizia la relazione con l’idea di formare una famiglia. Ci si conosce sempre più a fondo, aumenta l’intimità, ma ancora tutto sembra confermare le prime sensazioni provate. Pare che le conferme che si vivono, siano la prova che la persona è proprio quella giusta.

3- Delusione 

Qui è dove si conosce più a fondo il nostro partner, i suoi gusti, i suoi difetti, i suoi errori, ecc., In questa terza fase molte relazioni falliscono. E come nella prima fase si è idealizzata la persona, in questa tutto sembra simile ad una secchiata di acqua ghiacciata.

Le cose buone e belle del rapporto svaniscono lentamente e ci si chiede perché le cose siano cambiate così tanto. La realtà appare molto distante da quello che si pensava.
La verità è che non si è voluto vedere realmente la persona per quello/a che è. Cominciano quindi le pause di riflessione che spesso terminano in una separazione.

4- Superamento della crisi 

È la fase cruciale.
Si abbandonano le illusioni e si vive la realtà, magari aiutandosi ed accettandosi. Soprattutto si abbandonano le apparenze e si vive più in profondità il rapporto. Si prende atto che nessuno è perfetto, nessuno è infallibile ma, nonostante questa apparente delusione, si capisce l’importanza della persona che si ha accanto.

5- Insieme si cambia il mondo 

Ritornati con i piedi ben saldi per terra, ma consapevoli che l’unione è forte, questo è il momento per affrontare insieme tutte le fasi della vita. Sia le cose piacevoli che gli aspetti più critici, forti della convinzione e della saldezza dei propri sentimenti. Da questo punto in avanti, la complicità su vari livelli, diventa il collante della coppia.

E voi cosa ne pensate?
In quale fase vi ritrovate? Scriveteci e condividete!

SHARE