Quando sentiamo la parola Australia, pensiamo subito a spiagge assolate, canguri, animali esotici e natura ovunque.
Tuttavia, all’interno di quell’asfissiante calore australiano, c’è una città che è riuscita a sopravvivere nel modo più originale e inaspettato : con delle costruzioni sotterranee.

Coober Pedy è una piccola città in cui la temperatura in estate può superare i 40 ° C, motivo per cui gran parte della sua popolazione, ha deciso di stabilirsi sottoterra in case chiamate doguots.
Guardate le fotografie e preparatevi ad essere stupiti:

Camera d’albergo a Coober Pedy

Cucina sotterranea

Bellissima galleria d’arte

Volete una birra sotterranea? Nessun problema!

Bellissimo tempio illuminato

La città fu fondata il 1 febbraio 1915, dopo che l’opale fu trovato nella zona. Da allora la produzione ha raggiunto dimensioni così grandi, che la città viene definita “la capitale mondiale dell’opale”.
Nel 1981, Umberto Coro, sfruttò il grande potenziale turistico della città e delle sue case originali. Così decise di costruire il primo albergo sotterraneo. Tutto questo iniziò ad attirare turisti da tutto il mondo.

Coober Pedy, oltre all’albergo, ospita bar, chiese, gallerie d’arte … tutto sotterraneo.
Si è aumentato quindi e di molto, il valore e l’interesse turistico della zona.

È incredibile la capacità dell’essere umano di adattarsi, attraverso l’intelligenza e la creatività, ad ogni tipo di avversità e di clima.

Condividete queste interessanti notizie e immagini con i vostri amici, lo apprezzeranno molto!

SHARE